Case di legno

24 settembre 2016 / di Patrizia Vaccaro

E se il lupo non avesse distrutto la casa dei Tre Porcellini?
Oggi le case di legno non hanno più paura del lupo!

“In prossimità di un bosco, vivevano tre porcellini. Per mettersi al sicuro da un lupo che abitava nei paraggi, decisero di costruirsi tre casette. Il più volenteroso si procurò calce e mattoni, gli altri decisero di affaticarsi di meno e preferirono l’uno la paglia, l’altro il legno.”

È cosi che inizia una delle fiabe della nostra infanzia più conosciute.

In realtà, quello che Jacobs Joseph, l’autore della fiaba, voleva affrontare era il tema della crescita, e i tre fratellini non sono altro che le fasi di crescita del bambino che impara ogni volta un comportamento nuovo, passando attraverso errori e brutte esperienze. In realtà, quello che è rimasto a tutti coloro che hanno ascoltato questa storia da bambini è la consapevolezza che una casa di mattoni sia molto più resistente di una fatta in legno o in paglia!

Ecco… io oggi vorrei sfatare questo mito mostrandovi un esempio concreto di casa realizzata interamente in legno.

Alcuni già conoscono questa tecnologia costruttiva ma credono che sia una tecnica piuttosto recente e che soprattutto è in uso nei paesi nord-europei e americani. In realtà si sbagliano perché in Italia esistono molte Aziende che si sono specializzate in questa tecnica costruttiva e che sono in grado di realizzare qualsiasi tipo di progetto, ma soprattutto lo fanno da più di 40 anni!

Agriturismo, in provincia di Udine, interamente realizzato in legno

Nello specifico voglio raccontarvi quello che ho potuto vedere con i miei occhi: un edificio a 4 piani costruito completamente in legno. Questo complesso, chiamato Bio Condominio Gli Aceri, è in fase di realizzazione nel comune di Piossasco (TO), e nelle giornate del 7-8 Febbraio ha aperto le proprie porte a professionisti e privati che volessero toccare con mano cosa voleva dire soggiornare in un edificio completamente in legno. E bene, non posso che dirvi che sono stata piacevolmente sorpresa dal confort che ho provato all’interno di uno di questi appartamenti. Pur essendo in pieno febbraio il riscaldamento era spento ma io non me ne sono assolutamente accorta. La temperatura dell’ambiente era assolutamente uniforme in tutte le zone dell’appartamento!

Questo edificio, oltre ad aver sostituito al cemento armato e ai laterizi il legno, ha anche adottato particolari accorgimenti, volti alla realizzazione di un unico obiettivo: far si che l’edificio, una volta a pieno regime, non fosse un “divoratore” di energia, come tutte le altre costruzioni che noi abitiamo e conosciamo, ma bensì potesse consumarne pochissima. Per questo motivo le pareti, i solai e la copertura sono stare completamente isolate, l’energia necessaria per il riscaldamento è prodotta da un impianto geotermico che utilizza la temperatura costante del sottosuolo, sono presenti pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica, è stato installato un sistema di ventilazione meccanica controllata (vmc) che è in grado di “depurare” l’aria interna dei locali evitando però di disperdere il calore accumulato e presente nell’abitazione.

Abitare un appartamento di questo tipo vuol dire smettere di preoccuparsi delle bollette del gas (anche perché non arriverà mai visto che non è proprio previsto!) e di mettere in conto di spendere al massimo dai 280 ai 350 €/anno per il riscaldamento, il condizionamento e l’acqua calda sanitaria. Non so voi, ma a me sembra già un ottimo motivo per scegliere un abitazione di questo tipo!

In realtà in più si possono aggiungere tutta un’altra serie di vantaggi che derivano da una costruzione completamente in legno:

  1. 1.La resistenza al sisma: il legno, al contrario del cemento armato, è un materiale altamente elastico in grado di assorbire senza alcun pericolo eventuali terremoti.
  2. 2.La resistenza al fuoco: i pannelli di legno utilizzati per la costruzione della struttura portante e dei tamponamenti, chiamato x-lam, è ignifugo ed ha una resistenza al fuoco REI 120 (ossia ci vogliono 120 minuti dallo scoppio dell’incendio affinchè la struttura venga aggredita dal fuoco).
  3. 3.Il rispetto dell’ambiente: il legno utilizzato per la costruzione proviene da foreste dove il taglio e la ricrescita sono programmati e certificati, ma soprattutto il legno è un materiale completamente riciclabile ed eco-compatibile.

La garanzia che tutto quello che vi ho raccontato è stato fatto a regola d’arte è fornita dalla Certificazione CasaClima, un documento emesso da un ente certificatore pubblico ed indipendente, che attesta le caratteristiche energetiche, la sostenibilità e la qualità di un edificio, poiché ne segue tutte le fasi, dalla progettazione alla realizzazione.

Se con queste mie parole vi ho fatto dimenticare la precarietà della casa dei Tre Porcellini, l’ultima osservazione che potete ancora farmi è: “Tutto molto interessante, ma chissà quanto costa in più una casa costruita in questo modo?”. Bhe! A questa domanda purtroppo non posso rispondervi, ma sicuramente il suo prezzo non è così alto, soprattutto se, sul piatto della bilancia inserite anche i futuri costi di gestione che con una costruzione di questo tipo non avrete.

Ciò che mi piacerebbe trasmettervi con questo breve articolo non è tanto il fatto che dobbiate vendere la vostra attuale casa per trasferirvi in un appartamento di questo condominio, ma farvi aprire gli occhi su una realtà che esiste, sul fatto che nel 2015 esistono numerose tecnologie sufficientemente collaudate che possono modificare sensibilmente il nostro modo di abitare, senza continuare a compromettere ed inquinare l’ambiente che ci sta intorno!